Introduzione all’analisi delle Onde di Elliott

Introduzione all’analisi delle Onde di Elliott

Di cosa tratta l’analisi delle Onde di Elliott?

Probabilmente avrai sentito parlare delle onde di Elliott o del conteggio delle onde. Questo perché oggi l’analisi delle onde di Elliott è oggi uno degli approcci più popolari per fare previsioni sul mercato Forex. Per quale motivo? La teoria delle onde di Elliott è l’unico strumento che può essere utilizzato per ordinare il movimento del prezzo su ogni timeframe, da quello mensile o annuale a quello intraday di un minuto. Ad esempio, puoi negoziare con grafici intraday, ma allo stesso tempo avere anche una panoramica più ampia. In termini semplici, le onde di Elliott sono il DNA del mercato. Nei seguenti articoli, ti guideremo attraverso la teoria delle onde di Elliott.

Chi è l’autore?

Ralph Nelson Elliott (1871 - 1948), ragioniere ed economista, è la persona dietro questa teoria. Nel 1938 pubblicò “The Wave Principle” e il suo secondo libro “Nature’s Law - The Secret of the Universe” venne stampato nel 1946. In questi libri, Elliott descrive pattern che si formano ripetutamente sul mercato secondo regole ben definite.

Dobbiamo anche ringraziare Robert R. Prechter Jr. e A.J. Frost per il libro “Elliott Wave Principle: Key to Market Behavior”, che è oggi la principale fonte di regole e linee guida. Inoltre, nel 2006, è stato pubblicato un altro eccellente libro: “Elliott’s Code” di D.V. Vozny. Sfortunatamente per i lettori, questo libro è in russo.

L’inizio del viaggio

Questa serie di articoli si basa su entrambi i libri. Qualsiasi regola o linea guida che troverai in questo articolo rispecchia le regole di queste pubblicazioni. Tranquillo, non ho intenzione di ripetere ciò che c'è nei libri, invece cercherò di insegnarti il principio delle onde di Elliott in modo semplice, condividendo la mia esperienza. La maggior parte degli esempi verrà dal mercato reale. Inoltre, esamineremo alcuni casi, che non sono descritti nei libri, ma che puoi trovare sui grafici.

Mercato LEGO

Il principio delle onde di Elliott si basa su due elementi principali: impulsi (movimenti del prezzo a cinque onde) e correzioni (movimenti del prezzo a tre onde). Torneremo su questo argomento nei prossimi articoli, così vedrai che c’è un solo blocco LEGO principale, che è un impulso. Ma per ora concentriamoci su questi due.

Diamo un’occhiata alla tabella qui sotto. Puoi vedere un declino di 5 onde: è un’onda impulsiva (ci sono casi in cui potremmo avere una correzione di 5 onde, ma ne parlerò più tardi). Inoltre, c'è un anticipo di 3 onde, che potremmo considerare come una correzione. Bene, abbiamo appena trovato un impulso e una correzione, quindi è tempo di guardare un grafico leggermente più grande.

E1.png 

Il seguente grafico è solo il numero effettivo di onde che ho pubblicato nelle mie analisi. Il declino è probabile nella terza onda di un impulso ribassista, mentre la quarta onda è quella di un rimbalzo verso l’alto.

E2.png 

Possiamo arrivare alla seguente conclusione: non c’è onda che possa rimanere separata dalle altre. La teoria delle onde di Elliott funziona come una Matrioska. Ogni onda fa parte di un’altra onda, ed ognuna di esse è composta da onde più piccole. Questo si verifica sia nei timeframe più ampi che in quelli più brevi.

Ciò rende la teoria delle onde di Elliott diversa dalle altre tecniche di analisi del mercato. La maggior parte degli approcci di analisi tecnica si concentra su pattern e segnali, distinguibili l’uno dall’altro. Il potere della teoria delle onde di Elliott risiede nella sua capacità di considerare il grafico nel suo complesso, non solo in una singola configurazione.

Opportunità di riflessione

Probabilmente avrai già sentito dire che se usi la teoria delle onde di Elliott nel trading, ci sono diverse modalità di conteggio. Di solito, ci sono diversi scenari possibili, a volte contraddittori. Questa è la cosa più interessante della teoria delle onde di Elliott: è un po’ come giocare a scacchi.

Se un indicatore Sacro Graal ti dice di comprare o vendere, non pensi a cosa farai se qualcosa non va nel modo giusto. Con la teoria delle onde di Elliott, provi a determinare le operazioni di trading in base al numero di onde in atto. È un’abilità essenziale per diventare un trader di successo.

Esempi reali

Vediamo alcune storie reali. Il primo esempio è l’indice DJI. A settembre 2016, l’indice ha raggiunto il suo massimo storico e io ho pubblicato un numero piuttosto elevato di onde. Mi aspettavo un mercato molto più alto perché la quinta onda non era ancora finita.

E3.png

Qualche mese dopo, il mercato è salito ancora più in alto, ed ero ancora ottimista. Questa aspettativa era basata su alcuni dettagli della teoria delle onde di Elliott che scopriremo presto, ma per ora puoi già intuirne il funzionamento.

E4.png 

Il trend è ancora rialzista e puoi vedere il conteggio delle onde attuali qui sotto.

E5.png 

Il secondo caso riguarda la coppia USD/TRY. Nell’ottobre 2016, la quarta onda sembrava finire come un triangolo, quindi mi aspettavo un altro slancio rialzista, che si è sviluppato nei mesi successivi.

E6.png 

Poi c’è stata una lunga storia con una correzione al ribasso, che alla fine si è conclusa, quindi il trend rialzista è continuato come previsto.

E7.png 

Infine, nel mese di aprile 2018, c’è stato un altro momento rialzista a causa della possibile fine dell’onda 4. Il mercato è salito ancora di più.

E8.png

In conclusione

Ci sono anche cattivi modelli. Tuttavia, quando si tratta di trading, la cosa più importante è quello che fai quando il mercato si muove nella direzione del trend in base al numero di onde. Possiamo quindi utilizzare la teoria delle onde di Elliott come uno strumento eccellente per identificare le opportunità nei mercati.

Inoltre, non è obbligatorio negoziare il numero di onde che hai notato o appena visto sul web. Dovresti fare trading solo quando è un buon momento per aprire un trade. In altre parole, dovresti aspettare il momento giusto come un cacciatore nel bosco. E quando vedi un’opportunità, fai del tuo meglio per fare trading con il maggior successo possibile.

Questo è solo l’inizio. Nei prossimi articoli, esamineremo le regole e le linee guida più specifiche della teoria delle onde di Elliott.

Ultime notizie

C’è qualche speranza per il NZD?

La Reserve Bank della New Zealand pubblicherà la sua dichiarazione sul tasso e il tasso d’interesse ufficiale il 27 marzo alle 3:00 MT.

È prevista volatilità per il CAD

Il Canada rilascerà il livello delle vendite al dettaglio core e l’IPC il 22 marzo alle 14:30 MT. L’IPC rappresenta la variazione nel prezzo di beni e servizi acquistati dai consumatori.

La Banca d’Inghilterra potrebbe supportare la GBP

Il comitato di politica monetaria della Banca d’Inghilterra voterà il livello del tasso di interesse e rilascerà il riepilogo della politica monetaria il 21 marzo alle 14:00 MT.

Deposita con i sistemi di pagamento locali

Richiamata

Un manager vi chiamerà in breve tempo.

Modificare il numero

La vostra richiesta è accettata.

Un manager vi chiamerà in breve tempo.

Errore interno. Si prega di riprovare più tardi

Libro Forex per principianti

Le cose più importanti per iniziare a negoziare
Inserisci la tua email e ti manderemo un Libro Forex per principianti gratuitamente

Grazie!

Abbiamo mandato un link speciale alla tua email.
Clicca sul link per confermare l’email ed ottenere gratis unLibro Forex per principianti per principianti.

Stai utilizzando una versione precedente del tuo browser.

Aggiornalo con l'ultima versione o provane un'altro per godere di un'esperienza di trading più sicura e più produttiva.

Safari Chrome Firefox Opera