Range

Range

Il range trading si verifica quando il mercato non ha una direzione chiara. Né i tori né gli orsi sono in grado di iniziare un trend e il prezzo si muove lateralmente. Tuttavia, l’assenza di un trend rialzista o ribassista non è un motivo per astenersi dal trading. È possibile guadagnare anche quando il mercato resta in un range (canale).

I range trader fanno affidamento sul fatto che i prezzi si muoveranno tra gli stessi livelli orizzontali per un certo periodo. Si aspettano che il prezzo rimbalzi diverse volte sia dal livello di resistenza che dal supporto. L’obiettivo di un trader è approfittare delle fluttuazioni del prezzo all’interno del range vendendo al livello di resistenza e acquistando al livello di supporto.

1.png

Nota che le principali coppie di valute (EUR/USD, GBP/USD, USD/JPY, AUD/USD, NZD/USD e USD/CAD) tendono a mostrare un trend più forte. Hanno periodi di consolidamento, ma sono comunque meno adatte al range trading. Le valute minori (EUR/GBP, CHF/JPY, AUD/CAD e GBP/JPY) trascorrono più tempo nei canali.

Come fare trading in un canale?

Il primo passo per un range trader è definire i limiti del canale o, in altre parole, trovare supporto e resistenza. Il modo più semplice per farlo è controllare i massimi e minimi precedenti del grafico. Se sia i massimi che i minimi si allineano su una linea orizzontale, allora potresti aver trovato le aree di resistenza e supporto. Naturalmente, in realtà, né i massimi né i minimi non sono posizionati esattamente sulla stessa linea. Tuttavia, il mercato non genera massimi più alti o minimi più alti tipici per un trend rialzista (o massimi più bassi e minimi più bassi che indicano un trend ribassista). Anche le bande di Bollinger possono aiutare a tracciare i limiti del canale in quanto rappresentano il supporto e la resistenza che lo limitano.

2.png

Il secondo passo è rilevare gli stati del prezzo di ipercomprato e di ipervenduto. L’idea è di vendere quando una coppia di valute è ipercomprata (alla resistenza) e comprare quando diventa ipervenduta (al supporto). Per identificare le condizioni di ipercomprato/ipervenduto, i trader utilizzano un tipo di indicatori tecnici chiamati “oscillatori”. Questi indicatori ruotano attorno a un livello centrale.

Quando un oscillatore aumenta da una linea centrale e raggiunge una zona estrema verso l’alto, significa che la coppia è ipercomprata. Se in quel momento la coppia è vicina alla zona di resistenza, è ora di vendere.Quando un oscillatore cala da una linea centrale e raggiunge una zona estrema verso il basso, significa che la coppia è ipervenduta. Se in quel momento la coppia è vicina alla zona di supporto, è ora di comprare.Gli oscillatori più popolari sono il RSI, il CCI e lo Stocastico. Lo stocastico sembra essere il più sensibile all’azione del prezzo.

In breve, il momento per inserire una posizione si verifica quando il prezzo raggiunge uno dei limiti del canale e quando si ha il segnale di un oscillatore. Una posizione avrà più possibilità di essere redditizia se c’è una candela di inversione vicino alla resistenza/supporto.

3.png

Gestione del rischio

Devi sempre limitare i rischi quando fai trading. Il rischio principale per i range trader è che il canale sia rotto. Una strategia di trading di successo comporta profitti modesti e costanti, e riduce al minimo le perdite.

Il range trading va bene quando il mercato non è molto volatile. Pertanto, non è consigliabile negoziare nei canali quando ci sono picchi di volatilità. Le news degli eventi possono spingere il prezzo molto lontano in una direzione. Se hai intenzione di fare range trading, controlla il calendario economico per assicurarti che non ci siano pubblicazioni importanti pianificate per le valute che hai scelto.

Le regole per il Take Take e lo Stop Loss per il range trading sono molto semplici. Il TP è posizionato sul lato opposto del canale, mentre lo SL è impostato a circa metà del canale. Questo lascia abbastanza spazio per un declino mantenendo allo stesso tempo un rapporto rischio/rendimento di 2:1. Non è consigliabile fare scaling in/out da una posizione. In primo luogo, aggiungere a una posizione aumenterà inutilmente la tua esposizione al rischio. In secondo luogo, non ha senso tentare di chiudere parzialmente una posizione visto che il TP non è così lontano.

Conclusione

Il range trading ha una logica semplice e può essere dominato anche dai trader principianti. Allo stesso tempo, è necessario ricordare che quando si trova in un canale, il mercato è in una situazione di incertezza. I limiti di un canale possono essere mutevoli e possono verificarsi false rotture. Di conseguenza, questo tipo di trading richiede una gestione del rischio disciplinata.

Ultime notizie

I dati sul lavoro potrebbero supportare l’AUD

I dati sul lavoro australiano verranno pubblicati il 16 maggio alle 4:30 MT

Fai attenzione alle pubblicazioni importanti per l’USD

Gli Stati Uniti pubblicheranno il livello delle vendite al dettaglio e delle vendite al dettaglio core il 15 maggio alle 15:30 MT.

L’USD troverà supporto?

Gli Stati Uniti pubblicheranno il livello del proprio IPC e dell’IPC core il 10 maggio alle 15:30 MT.

Deposita con i sistemi di pagamento locali

Richiamata

Un manager vi chiamerà in breve tempo.

Modificare il numero

La vostra richiesta è accettata.

Un manager vi chiamerà in breve tempo.

Errore interno. Si prega di riprovare più tardi

Libro Forex per principianti

La Guida Forex per principianti ti guiderà attraverso il mondo del trading.

Le cose più importanti per iniziare a negoziare
Inserisci la tua email e ti manderemo un Libro Forex per principianti gratuitamente

Grazie!

Abbiamo mandato un link speciale alla tua email.
Clicca sul link per confermare l’email ed ottenere gratis unLibro Forex per principianti per principianti.

Stai utilizzando una versione precedente del tuo browser.

Aggiornalo con l'ultima versione o provane un'altro per godere di un'esperienza di trading più sicura e più produttiva.

Safari Chrome Firefox Opera