La storia del Forex

La storia del Forex

Ti sei mai chiesto come si è evoluto il mercato fino alla sua forma attuale? Queste conoscenze generali allargheranno i tuoi orizzonti e ti permetteranno di guardare al mercato sotto una nuova luce.

Per capire come funziona il mercato Forex, dobbiamo prima definire il “sistema monetario internazionale”.

Un sistema monetario internazionale è un insieme di regole concordate a livello internazionale che indicano come i rapporti valutari sono organizzati all'interno dell'economia internazionale. Consiste di sei parti:

• Sistemi di pagamento internazionali.

• Il meccanismo per stabilire e mantenere i tassi di cambio.

• La procedura per bilanciare i pagamenti internazionali.

• Condizioni di convertibilità delle valute.

• Modalità di funzionamento dei mercati valutari e dell'oro.

• Diritti e doveri delle istituzioni intergovernative che regolano le relazioni monetarie.

Fino al diciannovesimo secolo, non esisteva un sistema monetario formale nelle principali economie mondiali (all'epoca erano Europa, Americhe, Cina e India). Le sei parti del sistema - menzionate in precedenza - non esistevano ancora. Lo sviluppo del sistema monetario internazionale è iniziato nel 1867. In quell'anno si tenne a Parigi la prima conferenza di politica monetaria internazionale.

    I. Il Sistema aureo o “Gold standard”

L'oro ha svolto il ruolo principale nel sistema monetario internazionale.

L'impero britannico, una delle maggiori economie del mondo, aveva fissato il tasso di cambio sulla quantità di oro. Il governo aveva deciso di comprare o vendere un'oncia d'oro per 4.247£. In seguito, il gold standard fu stabilito negli Stati Uniti (un'oncia d'oro valeva 20.67$) e poi nei paesi dell'Europa occidentale e in Russia nel 1897.

Vantaggi

- Bassa volatilità dei tassi.

- Bassa inflazione.

Svantaggi

- Impossibilità di avere una politica monetaria nazionale indipendente.

- Stretta correlazione tra il volume di moneta e la produzione di oro (la scoperta di nuovi giacimenti di oro portava all'inflazione, mentre la mancanza di produzione di oro portava a un deficit di denaro).

- Il gold standard venne abbandonato all'inizio della prima guerra mondiale perché i governi decisero di stampare più banconote per finanziare le loro enormi spese militari.

gold small.jpg

    II. Il periodo tra le due guerre mondiali

Il secondo periodo significativo della politica monetaria internazionale iniziò nel 1922 a Genova. I vincitori della prima guerra mondiale godettero di benefici per le loro valute nazionali.

Il nuovo sistema era basato sull'oro e le principali valute - di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna - che venivano convertite in oro. Le valute nazionali diventarono il mezzo internazionale per i pagamenti e per le riserve. Ciò gli permise di superare i limiti del gold standard. Allo stesso tempo, il sistema monetario internazionale iniziò a dipendere dalla salute economica dei paesi menzionati.

Le parite d'oro furono mantenute. Lo scambio di una valuta per l'oro poteva essere effettuato sia direttamente (valute di USA, Francia e Regno Unito), sia tramite valute estere.

Vantaggi

- Le valute nazionali erano utilizzate come strumento internazionale di riserva per i pagamenti. Le limitazioni relative al gold standard furono rimosse.

- Il regime di cambio flessibile venne ripristinato.

- La regolamentazione del tasso di cambio divenne il nuovo elemento del sistema finanziario globale, discusso in conferenze e incontri internazionali.

Svantaggi

- La politica monetaria internazionale dipendeva dalle economie nazionali.

- Il sistema creò condizioni favorevoli alle guerre valutarie e alle svalutazioni.

Il sistema di Genova andò in crisi a causa della Grande Depressione del 1929-1933 iniziata negli Stati Uniti e diffusasi poi alle altre economie.

  III. Il Sistema di Bretton Woods

Il prossimo importante passo nella storia della politica monetaria internazionale iniziò nel 1944 a Bretton Woods.

L'idea principale del sistema di Bretton Woods consisteva nella doppia offerta di carta moneta - in dollari e oro. I paesi fissarono i loro tassi di cambio nazionali al dollaro USA. Il dollaro era l’unica valuta convertibile in oro in base ad un tasso fisso di 35$ contro un’oncia di oro.

Il dollaro USA era la principale riserva e valuta di riferimento. I paesi partecipanti dovevano quindi mantenere il loro tasso di cambio allo stesso livello del dollaro USA. La deviazione non poteva essere superiore all'1%. Il Fondo monetario internazionale venne istituito per controllare questo sistema.

Vantaggi

- Durante questo periodo, l'economia mondiale si è sviluppata rapidamente.

- L'inflazione era bassa.

- Il tasso di disoccupazione è diminuito.

Svantaggi

- La produttività del lavoro degli Stati Uniti era inferiore a quella di Giappone ed Europa, per questo aumentarono le esportazioni europee e giapponesi negli Stati Uniti. C'era un enorme quantità di dollari in Europa occidentale e le banche investivano i dollari in titoli del Tesoro USA, per questo il debito estero degli Stati Uniti aumentò notevolmente.

- Inoltre, alcune banche centrali europee chiedettero di scambiare i loro dollari con l'oro, pertanto le riserve auree degli Stati Uniti iniziarono a diminuire. Lo scambio di dollari in oro venne ufficialmente interrotto nel 1971.

Il dollaro USA venne svalutato due volte, nel 1971 e nel 1973, quando le riserve d'oro erano ormai ridotte. Il sistema di Bretton Wood giunse così alla fine.

    IV. Il sistema giamaicano

Il quarto periodo ebbe inizio nel 1976 a Kingston, in Giamaica. I paesi ebbero l’opportunità di scegliere il sistema di cambio che preferivano. Le relazioni monetarie tra paesi erano basate sui tassi di cambio flessibili in cui i tassi di cambio erano definiti dalle forze del mercato: domanda e offerta.

La volatilità del tasso di cambio dipende da due fattori:

1. Domanda/Offerta di valute nazionali sul mercato internazionale

2. Rapporti reali di valore, potere d'acquisto delle valute nazionali nei mercati internazionali

La domanda di valuta estera dipende dalle importazioni del paese, dalla spesa dei turisti e dai pagamenti esterni. L’entita dell'offerta di valuta estera è definita dal volume delle esportazioni e dei prestiti ricevuti.

L'offerta del dollaro USA e dell'oro - i principali asset delle riserve ufficiali - non è stata in grado di recuperare la rapida crescita del commercio globale e delle transazioni finanziarie. Di conseguenza, è stato progettato specificamente un nuovo asset che ha ricevuto il nome di “Special Drawing Rights” (SDR). L'SDR è una riserva artificiale e uno strumento di pagamento internazionale emesso dal Fondo monetario internazionale. I diritti speciali di prelievo sono valutati sulla base del paniere delle valute. Il paniere è composto dal dollaro USA, dall'euro, dallo yen giapponese, dalla sterlina inglese e dallo yuan cinese (dal 2016). Il FMI utilizza gli SDR per scopi di contabilità interna. Il Fondo assegna gli SDR agli Stati membri e godono della piena fiducia dei governi.

currency basket.jpg

In conclusione, possiamo dire che il Forex ha una lunga storia. Sebbene alcuni studiosi pensino che lo scambio di valute esista da un periodo precedente, la storia più complessa del sistema monetario internazionale è iniziata nel 1867. Ci sono quattro periodi principali nella sua storia: il gold standard, il gold exchange standard, il sistema di Bretton Woods e il sistema giamaicano. Lo sviluppo della tecnologia e l'espansione delle valute digitali potrebbero presto portare ad un cambiamento del sistema.

Simile

Deposita con i sistemi di pagamento locali

Richiamata

Un manager vi chiamerà in breve tempo.

Modificare il numero

La vostra richiesta è accettata.

Un manager vi chiamerà in breve tempo.

Errore interno. Si prega di riprovare più tardi

Libro Forex per principianti

Le cose più importanti per iniziare a negoziare
Inserisci la tua email e ti manderemo un Libro Forex per principianti gratuitamente

Grazie!

Abbiamo mandato un link speciale alla tua email.
Clicca sul link per confermare l’email ed ottenere gratis unLibro Forex per principianti per principianti.

Stai utilizzando una versione precedente del tuo browser.

Aggiornalo con l'ultima versione o provane un'altro per godere di un'esperienza di trading più sicura e più produttiva.

Safari Chrome Firefox Opera